• Blog
  • Maggio 10, 2020

I migliori semi di marijuana: consigli per la scelta

Top Image Bottom Image

La marijuana è un argomento sempre di grande attualità e un prodotto consumato da tantissime persone in tutto il mondo, sia per motivi ricreativi e per aumentare le energie e l’attenzione, sia per uso contro disturbi dell’umore come ansia, stress, depressione ed insonnia.

La cannabis non è un’unica pianta, bensì esistono tantissime specie differenti molto diversificate tra di loro, con i propri pregi e difetti.
Queste piante, infatti, sono famose sia per la loro adattabilità a differenti climi sia per i numerosi campi di utilizzo, come nella medicina, nell’edilizia, nell’abbigliamenti, nell’alimentazione e molto altro.

Tipologie di marijuana

Nel vasto e ampio mondo della cannabis si identificano tre principali sottospecie di questa pianta:

  • la Cannabis Sativa è tipica delle zone molto calde e dal clima umido, tipico del Sud America, e strutturalmente sono classificate con piante anche di cinque metri d’altezza, foglie abbondanti e molto grandi. Gli effetti principali sono dal punto di vista cerebrali, quindi ottimi contro disturbi di questo genere;
  • la Cannabis Indica, al contrario della precedente, si sviluppa in zone con climi molto freddi e rigidi, ed ha una struttura molto più compatta, massimo con un metro e mezzo d’altezza e foglie bulbose e sovrapposte. Questa specie di cannabis viene usata principalmente in campo medico contro emicranie ed altri dolori articolari ed ossei;
  • – la Cannabis Ruderalis è tipica delle zone siberiane ed ha la struttura più piccola tra le specie di questa pianta. Ha bassi contenuti di THC ed alti di CBD, ovvero cannabinoidi naturali, e ciò permette di ampliare notevolmente i campi d’utilizzo, sia a scopo salutare sia a scopo ricreativo.

Prova la marijuana di qualità ad alto contenuto di CBD presente nel nostro negozio.

ACQUISTA ORA

Migliori semi di marijuana da coltivare

L’Italia è un ottimo luogo per coltivare marijuana, anche nella propria abitazione, grazie al clima particolarmente mite e con inverni ed estati con temperature né troppo alte né troppo basse.
Ovviamente, bisognerà rispettare le norme vigenti in UE per coltivare nel proprio domicilio la canapa in modo legale.

Come abbiamo visto, esistono tantissime tipologie differenti di cannabis e di conseguenza di semi da coltivare.

La scelta deve essere ben ponderata. Bisogna valutare le caratteristiche di quel determinato seme, il clima ideale per esso e come farlo crescere, gli effetti che la pianta ha e se può essere utile per sé stessi, la lunghezza generale della pianta e molto altro.

Da non sottovalutare anche l’importanza del terriccio, che dovrà essere ben drenato, ricco di tutti i nutrienti necessari, e non con eccessiva acqua.
Vediamo di seguito alcuni tra i migliori semi di marijuana da coltivare, tra i più diffusi ed apprezzati dagli appassionati di questo mondo.

  • La Royal Gorilla è una cannabis proveniente dagli Stati Uniti, che offre ottimi effetti ricreativi, grazie al contenuto di THC molto elevato, anche fino al 25%. Ha una dimensione che arriva massimo a un metro e mezzo e cresce completamente in otto/nove settimane.
  • La Power Plant è una delle piante di marijuana più diffuse e comprate ad Amsterdam, molto facile da coltivare anche in un locale chiuso, e rispetto alla tipologia precedente ha un minor contenuto di THC, quindi più light e ideale per gli effetti terapeutici che può apportare all’organismo di chi la consuma. Cresce fino a massimo 120 centimetri e sempre in otto/nove settimane.
  • La Northern Light è una cannabis indica con un’altezza massima di di 1,60 metri e tempo di crescita di sei/sette settimane. È una pianta dall’ottimo contenuto di THC e quindi con elevati effetti ricreativi ed anche di rilassamento.
  • L’Amnesia Haze è un seme di cannabis di origine olandese e americana, con una crescita generalmente di massimo un metro ed ottima adattabilità ad ogni tipologia di clima. Ha effetti ricreativi molto elevati, grazie alle ottime dosi di THC, ed anche un sapore e gusto unico del suo genere e che renderà l’esperienza d’utilizzo ancor più gradevole. A differenza dei semi descritti in precedenza, l’Amnesia Haze cresce completamente in dieci/undici settimane circa.
  • La White Widow è una cannabis ottenuta da una Indica ed una Saliva, pertanto ha le caratteristiche ed i benefici di entrambe. Rispetto alle specie precedenti, questa si adatta ottimamente anche a climi molto freddi e rigidi. Ha un caratteristico sapore di pino e ottimi effetti ricreativi e rilassanti, grazie al suo contenuto di THC fino al 19% circa.
    La pianta cresce fino ad 1 metro di altezza e impiega circa circa otto/nove settimane per completare il suo processo di sviluppo. Non necessita di nessuna particolare cura o trattamento e pertanto è ideale anche per principianti ed inesperti del settore.
  • La Critical è una tipologia di marijuana dal copioso raccolto, dalla facile gestione e manutenzione e ricca di effetti positivi sia ricreativi per aumentare l’attenzione e l’energia, sia per cercare un effetto rilassante, quindi ideale contro situazioni di forte stress, disturbi d’ansia o problemi di insonnia notturni. Ha un’altezza abbastanza media, fino a 140 centimetri, cresce in sette/otto settimane ed ha un quantitativo di THC di circa il 18%. Può crescere sia all’aperto, per esempio su balconi e terrazzi, sia direttamente all’interno della propria abitazione.

Leave your reply

Your email address will not be published.

Acquista ora dal nostro catalogo con uno sconto del 10% - Usa il Coupon: SUMMER10